sabato 3 ottobre 2015

IL TITOLO VENUTO DALL’IMPOSSIBILE (IV parte): IL COMANDANTE MARK, DAMPYR & BRENDON!

di Massimo Capalbo

Arrivati alla quarta parte delle spassose parodie bonelliane di Max Capalbo (tocca adesso al Comandante Mark, a Dampyr e a Brendon) ripetiamo quanto detto nell'introduzione alle puntate precedenti. Anche se non sarebbe necessario ci teniamo a precisare - in questi tempi di perniciosa "correttezza politica" - che alcuni "titoli impossibili" dagli accenti "osé", oppure riferiti a minoranze, gruppi etnici, regionalismi, generi e gusti sessuali, malattie, disabilità, militanze politiche, tifo sportivo, etc., vanno letti così come sono stati scritti: con spirito goliardico/satirico e senza alcun pensiero offensivo! Lo stesso vale per la scelta - talvolta buffa e "dissacrante" - delle foto dei personaggi reali... OK? Ricordiamo infine che il numero fra parentesi si riferisce all'albo preso a bersaglio e che, ove non sia specificato, si tratta del mensile. (s.c. & f.m.)


IL COMANDANTE MARK





Mark si allea con un guerrigliero comunista dalla folta barba che si fa chiamare:
Il Comandante Marx (1)

I ribelli comandati da Mark hanno, nessuno escluso, delle autentiche facce da funerale:

I Cupi dell’Ontario (2)

Portandosi dietro il cane Flok, Mark va a trovare l'amico Kevin Costner:

La baia del tonno Rio Mare (3)


§§§§§§§§§§§§§§§§



 

Gufo Triste e Mister Bluff pensano che Mark racconti loro un sacco di stronzate, e lo hanno infatti ribattezzato:
Il cazzaro (4)

Per finanziare la guerra contro gli Inglesi, Mark si è indebitato parecchio e deve quindi vedersela con:

I creditori (5)

Per fiaccare la resistenza dei ribelli, le Giubbe Rosse diffondono la droga a Forte Ontario, che diventa in breve tempo:

L'avamposto degli eroinomani (6)


§§§§§§§§§§§§§§§§





Per festeggiare una vittoria insperata, Mark e i suoi amici trascorrono una notte di bagordi a Boston:
La crapula (7)

A causa della maledizione di uno stregone Chippewa, Mister Bluff si trasforma in una creatura informe e gelatinosa. Si vede costretto, quindi, a cambiare nome in:

Mister Blob (8)

I Lupi dell'Ontario affrontano una tribù irochese alleata delle Giubbe Rosse. Per fortuna dei Nostri, il capo degli indiani - come si evince dal suo nome – è un totale imbecille:

Wo-bakkalà (9)

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§
 


 


Mark intreccia una relazione con la bella moglie dello stregone degli Uroni, la quale - con la solita scusa del mal di testa - non si fa mai toccare dal povero marito:
Lo stregone va in bianco (10)

Mark lotta contro la contessa Marzotto, filoinglese accanita:

Sfida alla Marta (11)

Mark va in vacanza con la moglie Betty a Sirmione e, tra una visita al castello e una cena al ristorante, aiuta le autorità locali a sgominare:

I predoni del Lago di Garda (12)

§§§§§§§§§§§§§§

DAMPYR





 


 

Di ritorno da una vacanza in Oceania, Harlan si porta a casa un cucciolo particolare:
Il figlio del diavolo della Tasmania (1)

Harlan affronta i discendenti di una Maestra della Notte di facili costumi:

La stirpe della mignotta (2)

Harlan, Kurjak e Tesla alle prese con un'orda di spettri che si muovono a bordo di auto svedesi:

Fantasmi di Saab 9-3 (3) 

§§§§§§§§§§§§§§
 



Giunti in Toscana in viaggio di piacere, Harlan e compagni si sbronzano con litri e litri di vino pregiato:
Notturno in Rosso di Montalcino (4)

In occasione della festa dell'8 dicembre, Harlan e gli altri vengono invitati a Praga dal cacciatore di vampiri Caleb Lost:

Sotto il ponte dell'Immacolata (5)

Harlan e i suoi amici si scontrano in Namibia con scheletri viventi che amano indossare abiti sportivi:

La Lacoste degli scheletri (6) 

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§





Harlan ci prova con un'avvenente morta vivente, ma il fidanzato di costei, uno zombi di quasi due metri, lo riempie di botte:
Zomba proibita (7)

Inviati a Bologna da Caleb Lost, Harlan e i suoi compagni lottano contro un terribile e villoso Maestro della Notte-cantautore:

Lucio Dalla nelle tenebre (8)

Leggendo un giornale di gossip vampirico, Harlan scopre che la bella Lamiah si è sposata con Massimo D'Alema, e ora si fa chiamare:

D'Alamiah (9) 

§§§§§§§§§§§§§§§






Harlan e i suoi amici alle prese con un Maestro della Notte che va matto per la cucina milanese:

Casoeûla di sangue (10)

Finita la guerra nei Balcani, Kurjak torna nel suo paese e ritrova una vecchia fiamma dai seni grandi come meloni:

Neme-sise (11)

Dopo un trasloco, Harlan non riesce più a trovare il dvd pirata di uno dei suoi cartoni animati giapponesi preferiti, "Akiro il dampyro":

Anime perso (12)

§§§§§§§§§§§§§

BRENDON


 





Brendon deve compilare un'autocertificazione, ma – essendo sotto l'effetto di parecchi psicofarmaci - i dati che inserisce sono "leggermente" sbagliati:
Nato il 31 febbraio del 1945,6 alle ore 28 e 70 (1)

Brendon s'innamora della sensuale Anja O'Flanagan, una poliziotta impegnata spesso negli scontri con i No Global. Il suo soprannome è:

Lacrimogeno di tenebra (2)

In una discoteca della Nuova Inghilterra, Brendon rimorchia una bella ragazza di colore, la quale però è di umore estremamente mutevole:

La lunatica nera (3)

§§§§§§§§§§§§§
 



Affiancato dal fido Falstaff, Brendon si dà alla pesca notturna nel Mare del Nord:

Le alici della notte (4)

Nella cittadina di Erewhon, un distratto Brendon tampona un rude spaventapasseri vivente, il quale gli grida:

All'Animah de li mortacci tua! (5)

Recatosi in municipio per uno stato di famiglia, Brendon viene avvicinato da due membri della giunta comunale, i quali gli fanno ascoltare una loro composizione:

La ballata degli assessori (6) 

§§§§§§§§§§§§§§








Nella città di Westland, Brendon assiste con il suo inseparabile destriero a una sfilata di alta moda nella quale i modelli indossano vestiti ispirati alle tute degli astronauti:
L'Uomo Valentino delle stelle (7)

Brendon si reca in India sulle tracce di un regista che, oltre a essere un serial killer, gira tremendi polpettoni a base di balletti interminabili e insulse canzoncine:

Gli obbrobri di Bollywood (8)

Nella città di Doombar, Brendon deve fermare un folle fruttivendolo ambulante che sevizia i propri clienti servendosi di grosse zucchine:

Il motocarro della paura (9) 

§§§§§§§§§§§§§§§§




Brendon trascorre una magnifica notte d'amore con uno spirito maligno transessuale che ha conosciuto alla fermata dell'autobus:

L'amplesso del male (10)

Seguendo il consiglio del suo medico di fiducia, Brendon abbandona la carne e ritorna a una dieta strettamente vegetariana:

Ritorno al passato di verdure (11)

Brendon alle prese con un branco di babysitter italiane dall'istinto omicida:

Le tate azzurre uccidono (12)

§§§§§§§§§§§§§§§§§

E adesso la consueta carrellata di personaggi - reali o immaginari (se estranei agli albi o alle collane in questione) - citati nei titoli dopo che sono stati virati in parodia:


Il Blob, Kevin Michael Costner, Massimo d'Alema, Lucio Dalla, Marta Vacondio Marzotto, Valentino Clemente Ludovico Garavani e Karl Marx.








Infine, un doveroso ringraziamento agli autori delle copertine: EsseGesse, Enea Riboldi e Corrado Roi!


Massimo Capalbo


N.B. Trovate tutti i link alle puntate precedenti del Titolo Impossibile su Cronologie & Index!

P.S. Per alcune immagini di copertine di più difficile reperibilità ci siamo serviti del prezioso archivo del sito Collezionismo Fumetti.

2 commenti:

I testi e i fumetti di nostra produzione apparsi su Dime Web possono essere pubblicati anche altrove, con la raccomandazione di citare SEMPRE la fonte e gli autori!

Le immagini dei post sono inserite ai soli fini di documentazione, archivio, studio e identificazione e sono Copyright © degli aventi diritto.

Fino al 4 gennaio 2017 tutti i commenti, anche i più critici e anche quelli anonimi, venivano pubblicati AUTOMATICAMENTE: quelli non consoni venivano rimossi solo a posteriori. Speravamo e contavamo, infatti, nella civiltà dei cultori di fumetti, libri, cinema, cartooning, etc.

Poi è arrivato un tale che, facendosi scudo dell'anonimato, ha inviato svariati sfoghi pieni di gravi offese ai due redattori di Dime Web, alla loro integrità morale e alle loro madri...

Abbiamo dunque deciso di moderare in anticipo i vostri commenti e pertanto verranno cestinati:

1) quelli offensivi verso chiunque
2) quelli anonimi

Gli altri verranno pubblicati TUTTI.

Le critiche, anzi, sono ben accette e a ogni segnalazione di errori verrà dato il giusto risalto, procedendo a correzioni e rettifiche.

Grazie!

Saverio Ceri & Francesco Manetti