domenica 3 gennaio 2016

ZAGOR ANNO PER ANNO

Diamo i Numeri 36 - Gli albi d'oro 2: ZAGOR
di Saverio Ceri


Proseguiamo con gli albi d'oro bonelliani in ordine di anzianità: Dopo Tex (classe 1948)  tocca a Zagor (classe 1961). L'albo d'oro è la lista di tutti gli autori che anno dopo anno sono risultati essere i più pubblicati sulle pagine dello Spirito con la Scure e dintorni (compreso Cico e gli albetti allegati agli speciali, per intenderci). Ricordiamo, a eventuali nuovi arrivati, che si tratta di graduatorie di quantità e non di qualità. 


Particolare dela mitica cover di Indian Circus - disegno di Gallieno Ferri

Qui sotto anno per anno trovate sia la quantità di tavole pubblicate del personaggio, sia chi sono stati, e con quante pagine, lo sceneggiatore e il disegnatore più pubblicati. I numeri decimali derivano dal fatto che per un decennio le avventure di Zagor venivano editate nel formato a striscia, quindi ogni pagina di quegli albi corrisponde a un terzo dell'odierna tavola, che è l'unità di misura delle nostre graduatorie.


Anno
Tavole
Sceneggiatore
Tavole
Disegnatore
Tavole
1961
380,33
Ferri
229,33
Ferri
380,33
1962
645,67
Bonelli G.L.
333,33
Ferri
645,67
1963
622,67
Bonelli G.L.
355
Ferri
549,33
1964
624
Nolitta
600,33
Ferri
569,67
1965
622,67
Nolitta
622,67
Ferri
622,67
1966
662,33
Nolitta
531,33
Ferri
531,33
1967
693,33
Nolitta
693,33
Ferri
560
1968
856,67
Nolitta
856,67
Donatelli
509
1969
1104,7
Nolitta
958,67
Ferri
625,67
1970
995,67
Nolitta
862,67
Ferri
536
1971
982,67
Nolitta
841,67
Donatelli
443
1972
1152
Nolitta
1152
Ferri
531
1973
1102
Nolitta
1102
Ferri
515
1974
1168
Nolitta
1168
Donatelli
705
1975
1160
Nolitta
1160
Ferri
469
1976
1160
Nolitta
1160
Donatelli
581
1977
1152
Nolitta
575
Ferri
467,5
1978
1152
Nolitta
805
Donatelli
552,5
1979
1280
Nolitta
717
Segna
487
1980
1280
Nolitta
549
Ferri
460,5
1981
1280
Sclavi
657
Donatelli
520
1982
1280
Sclavi
549
Donatelli
587
1983
1280
Toninelli
887
Donatelli
617
1984
1152
Toninelli
739
Ferri
468
1985
1152
Toninelli
921
Donatelli
562
1986
1152
Toninelli
546
Ferri
523
1987
1138
Toninelli
754
Donatelli
427
1988
1256
Toninelli
743
Ferri
641
1989
1256
Toninelli
996
Donatelli
454
1990
1384
Toninelli
1048
Ferri
368
1991
1384
Toninelli
588
Donatelli
588
1992
1384
Burattini
800
Ferri
601
1993
1416
Burattini
767
Ferri
358
1994
1256
Burattini
642
Marcello
340
1995
1544
Burattini
812
Andreucci
282
1996
1638
Burattini
852
Ferri
536
1997
1544
Boselli
692
Andreucci
282
1998
1638
Burattini
980
Ferri
473
1999
1416
Burattini
504
Marcello
282
2000
1842
Burattini
838
Chiarolla
598
2001
1842
Burattini
868
Ferri
470
2002
1844
Burattini
1214
Chiarolla
404
2003
1844
Burattini
1136
Cassaro Gae.
506
2004
1812
Burattini
974
Laurenti
376
2005
1828
Burattini
1010
Ferri
470
2006
1828
Burattini
664
Piccinelli
376
2007
2114
Burattini
1550
Ferri
376
Rubini
376
2008
1700
Burattini
526
Sedioli
506
2009
1922
Burattini
954
Pesce
286
2010
1986
Burattini
944
Laurenti
506
2011
2182
Burattini
796
Mangiantini
602
2012
2096
Burattini
1068
Di Vitto
562
2013
2222
Burattini
840
Sedioli
299
2014
1954
Burattini
1010
Sedioli
506
2015
2240
Burattini
1090
Chiarolla
286
Mangiantini
286
2016
2270
Burattini
814
Di Vitto
410

In graduatoria vengono segnalati, evidenziati in bianco i migliori risultati di tutti i tempi. Si scopre così che il 2016 è il più ricco di sempre per numero di tavole pubblicate. L'autore che è riuscito a pubblicare più tavole in un solo anno è Moreno Burattini che nel 2007 ha firmato 1550 pagine, mentre Franco Donatelli nel 1974 è riuscito a vedersi pubblicate ben 705 tavole.
Sergio Bonelli, alias Guido Nolitta, ritratto da Claudio Villa
Grazie ai colori di fondo diversi per autore, nella tabella ben si evidenziano i vari periodi "creativi" del personaggio, specialmente sul fronte degli sceneggiatori dove si scopre che Nolitta, creatore dello Spirito con la Scure ne è divenuto lo sceneggiatore principale solo 3 anni dopo la nascita, lasciando inizialmente gestire la maggior parte delle avventure sia a Gallieno Ferri che a Bonelli padre; per diciassette anni poi l'editore/sceneggiatore ha fatto vivere al personaggio il suo periodo d'oro. In tutti gli anni ottanta la testata vive un periodo di interregno, con gli ultimi episodi di Nolitta e l'esordio di molti autori chiamati a colmare il vuoto di soggetti lasciato dallo stesso Sergio Bonelli, sempre più coinvolto dal suo Mister No e dal suo impegno come editore. Tra i vari Castelli, Canzio, Capone, Nicolai, Pezzin e Pellizzari che in quegli anni si alternarono ai testi della collana, solo due si sono imposti come sceneggiatore principale dell'anno: Tiziano Sclavi e Marcello Toninelli, che ha retto le redini della collana per quasi un decennio, prima di cederle alla coppia Boselli-Burattini che ha condotto Zagor al suo rinascimento. Tra i due autori è poi Burattini, a imporsi come autore principale, riuscendo in 23 occasioni ad essere lo scrittore più prolifico dell'anno.


Il Maestro Gallieno Ferri: dal 1961 al 2016 al timone "grafico" della serie.
Tra i disegnatori il mattatore è inevitabilmente Gallieno Ferri, anche solo per il semplice fatto che appare nell'albo d'oro nell'anno 2007: essere ancora l'autore più pubblicato dopo 46 anni dalla creazione del personaggio è un evento più unico che raro. Merita la citazione anche Franco Donatelli, primo grande aiuto per portare in edicola regolarmente la testata, sia perché detiene il record di numero di tavole pubblicate in un solo anno, sia perché è l'unico altro illustratore, oltre a Ferri, a riuscire ad imporsi per tre anni consecutivi. I due, Ferri e Donatelli, guardando l'albo d'oro, sono i veri traghettatori del personaggio dal periodo d'oro alla rinascita: solo negli anni novanta hanno lasciato campo libero ai colleghi illustratori più giovani, quando ormai la serie era saldamente nelle affidabili mani di Boselli e Burattini. 


Moreno Burattini, nel solco della tradizione nolittiana, e divenuto lo sceneggiatore più prolifico di Zagor
Qui di seguito la lista dei sette sceneggiatori che in almeno una occasione hanno vinto lo "scudetto" zagoriano.   

SCENEGGIATORI - Vittorie annuali
Burattini
24
Nolitta
17
Toninelli
9
Bonelli G.L.
2
Sclavi
2
Boselli
1
Ferri
1

Tra i disegnatori invece sono 15 coloro che almeno in una occasione si sono cuciti lo "scudetto" sul petto. Qui sotto li trovate elencati in ordine di vittorie

DISEGNATORI - Vittorie annuali
Ferri
25
Donatelli
12
Chiarolla
3
Sedioli
3
Andreucci
2
Di Vitto
2
Laurenti
2
Mangiantini
2
Marcello
2
Cassaro Gae.
1
Pesce
1
Piccinelli
1
Rubini
1
Segna
1

Due stelle, metaforicamente parlando, potrebbero cucirsi sopra lo scudetto Ferri e Burattini, una per Nolitta e Donatelli. La cosa curiosa è che Ferri nel 1962 avrebbe potuto fregiarsi di due "scudetti" quello degli sceneggiatori e quello dei disegnatori vinti nell'annata 1961.

Finisce qui la puntata dedicata all'albo d'oro degli autori zagoriani; considerando che quello di Mister No, praticamente aggiornato lo potete trovare qui, di chi ci occuperemo nella prossima puntata?


Saverio Ceri

N.B. Trovate gli altri dati bonelliani nelle precedenti puntate della nostra rubrica Diamo i numeri.


2 commenti:

  1. Pensavo che Boselli avesse vinto uno o due annate in più nel periodo in cui era sceneggiatore-curatore, ma Burattini ha in più gli special Cico a pensarci.
    Ma nel 2001 non dovrebbe avere più tavole Boselli?
    Si può notare come l' andamento di Toninelli derivi da periodi in cui per la maggior parte ha sceneggiato quasi solo lui ed altri in cui ci sono più autori come l' 84, l' 86 e il 91.
    Dal 2002 impennata di Burattini che diventa sceneggiatore principale tout-court.

    "I due, Ferri e Donatelli, guardando l'albo d'oro, sono i veri traghettatori del personaggio dal periodo d'oro alla rinascita: solo negli anni novanta hanno lasciato campo libero ai colleghi illustratori più giovani, quando ormai la serie era saldamente nelle affidabili mani di Boselli e Burattini."

    Già! Fino a metà anni 80 erano essenzialmente loro due più un terzo intercambiabile. Infatti l' unico a batterli in quel periodo è Segna.
    Dagli anni 90 invece arrivano un botto di nuovi disegnatori ed infatti addirittura basta anche disegnare una sola storia piuttosto lunga per uscire vincitore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel 2000 e nel 2001 la distanza tra Burattini e Boselli è stata in effetti minima, ma in entrambi i casi a favore di Burattini. Nel 2000 Burattini vince di solo 4 tavole: 838 a 834 nei confonti di Boselli. Nel 2001 Boselli domina sulla serie regolare con 9 albi, ovvero 846 tavole, ma Burattini, che firma le restanti 282 tavole della serie regolare, firma anche in quell'anno, lo speciale (160 tavole), l'almanacco (110 tavole) e il maxi (316 tavole), portando il suo bottino a 868 tavole, 22 più di Boselli.
      Saverio Ceri

      Elimina

I testi e i fumetti di nostra produzione apparsi su Dime Web possono essere pubblicati anche altrove, con la raccomandazione di citare SEMPRE la fonte e gli autori!

Le immagini dei post sono inserite ai soli fini di documentazione, archivio, studio e identificazione e sono Copyright © degli aventi diritto.

Fino al 4 gennaio 2017 tutti i commenti, anche i più critici e anche quelli anonimi, venivano pubblicati AUTOMATICAMENTE: quelli non consoni venivano rimossi solo a posteriori. Speravamo e contavamo, infatti, nella civiltà dei cultori di fumetti, libri, cinema, cartooning, etc.

Poi è arrivato un tale che, facendosi scudo dell'anonimato, ha inviato svariati sfoghi pieni di gravi offese ai due redattori di Dime Web, alla loro integrità morale e alle loro madri...

Abbiamo dunque deciso di moderare in anticipo i vostri commenti e pertanto verranno cestinati:

1) quelli offensivi verso chiunque
2) quelli anonimi

Gli altri verranno pubblicati TUTTI.

Le critiche, anzi, sono ben accette e a ogni segnalazione di errori verrà dato il giusto risalto, procedendo a correzioni e rettifiche.

Grazie!

Saverio Ceri & Francesco Manetti