sabato 5 settembre 2015

DIME WEB INTERVISTA ALESSIA BOGDANICH! (LE INTERVISTE XIX)

a cura di Franco Lana 
 
La signorina che si sottopone allo stringente interrogatorio del nostro inquisitore capo... ehm... volevamo dire... l'artista che si presta alle domande del nostro inviato speciale Franco "Frank Wool" Lana non ha certo bisogno di presentazioni, avendo voi lettori potuto ammirare i suoi straordinari lavori proprio su queste colonne! E, a tal proposito, vi rimandiamo alla pagina Cronologie & Index... Capirete, leggendo l'intervista, quanta cultura, preparazione, impegno e passione ci sia dietro il fumetto della stupefacente Alessia Bogdanich! (s.c. & f.m.)

La nostra Alessia Bogdanich
 

DIME WEB - Come hai iniziato a disegnare, com’è nata questa passione?

ALESSIA BOGDANICH - Ho avuto la passione per il disegno fin da bambina. Da piccola ricordo che mio nonno diceva, riferendosi a me, Da grande farà la pittrice. Ma a me è sempre piaciuto anche raccontare storie. Allora cosa c’è di meglio se non il fumetto per unire l’arte del racconto a quella del disegno? Signori, ecco a voi, l’arte sequenziale.


Da Gocce trasparenti



DW - Cos’è per te, il fumetto?

AB - Credo che il fumetto sia arte e cultura, sicuramente un mezzo di comunicazione universale molto forte. Forse assomiglia al cinema; ma lo si realizza con un budget ben più ridotto e maggiore libertà di espressione. Oltre che realizzare i disegni ti cimenti anche nei testi.


Da Prigioni invisibili



DW - Quali sono le principali difficoltà che incontri, nel comporre una tavola a fumetti? 

AB - Mi sento sempre a metà se ho solo la possibilità di disegnare. Mi piace scegliere cosa far vedere o meno all’interno di una vignetta. Scegliere le inquadrature, studiate, per raccontare e non per stupire. Diciamo che comporre una tavola, per me è abbastanza spontaneo; è qualcosa che sento dentro. Ho delle immagini in testa, un ritmo, che si fa sempre più nitido man mano che lavoro allo storyboard. La musica più di ogni altra cosa mi aiuta a focalizzare la composizione più idonea per ciò che voglio dire. I dialoghi sono una conseguenza, o meglio… So in quella determinata pagina che dialogo sinfonico devo inserire, ma una volta costruita la pagina graficamente, il testo viene asciugato, fino all’essenziale. Testi e disegni si devono completare a vicenda, non appesantirsi.


Model sheet



DW - Quali sono i tuoi autori preferiti? Cosa ti piace leggere?

AB - In assoluto l’autore che mi ha colpito, (quasi fulminato), fin dal primo istante, è Will Eisner. Il suo modo di raccontare, “giocare” con la tavola e la recitazione dei suoi personaggi, non hanno paragoni. Insomma è il disegno che racconta; lo si vede soprattutto nelle sue graphic novel. Come letture, preferisco i fumetti d’autore. Sono più intimisti e personali nel modo di raccontare e nel segno. Qui si può conoscere il vero artista e artigiano. Autori come Cyril Pedrosa, Tony Sandoval, Gipi, Bastien Vivès o Craig Thompson, hanno una forte personalità che traspare nei loro lavori. Un modo e un mondo di e da interpretare. Il mercato, soprattutto quello americano (per fortuna), offre una vasta gamma di questi fumetti. (Ovviamente autori con forti personalità lavorano anche per fumetti seriali come Disney e DC, per esempio, ma è ben più difficile riuscire a “emergere”… tristemente… perché spesso costretti a seguire canoni prestabiliti).


Studio per un ambiente



DW - Per concludere, cosa bolle in pentola? Progetti in corso?

AB - In programma c’è la mia prima pubblicazione. Si tratta di una storia breve e autoconclusiva, che ho eseguito, (storia, testi e disegni), per la rivista “Super G”, Edizioni San Paolo. Sono molto contenta visto che è il mio primo lavoro da professionista. Spero tanto che possa interessare il pubblico...


a cura di Franco Lana


N.B. Trovate i link alle altre interviste di Dime Web sulla pagina dedicata!

2 commenti:

  1. Bravo Franco Lana , sempre interessanti le tue interviste , grazie .

    RispondiElimina
  2. Caro Anonimo, ti ringrazio molto!

    RispondiElimina

I testi e i fumetti di nostra produzione apparsi su Dime Web possono essere pubblicati anche altrove, con la raccomandazione di citare SEMPRE la fonte e gli autori!

Le immagini dei post sono inserite ai soli fini di documentazione, archivio, studio e identificazione e sono Copyright © degli aventi diritto.

Fino al 4 gennaio 2017 tutti i commenti, anche i più critici e anche quelli anonimi, venivano pubblicati AUTOMATICAMENTE: quelli non consoni venivano rimossi solo a posteriori. Speravamo e contavamo, infatti, nella civiltà dei cultori di fumetti, libri, cinema, cartooning, etc.

Poi è arrivato un tale che, facendosi scudo dell'anonimato, ha inviato svariati sfoghi pieni di gravi offese ai due redattori di Dime Web, alla loro integrità morale e alle loro madri...

Abbiamo dunque deciso di moderare in anticipo i vostri commenti e pertanto verranno cestinati:

1) quelli offensivi verso chiunque
2) quelli anonimi

Gli altri verranno pubblicati TUTTI.

Le critiche, anzi, sono ben accette e a ogni segnalazione di errori verrà dato il giusto risalto, procedendo a correzioni e rettifiche.

Grazie!

Saverio Ceri & Francesco Manetti